Discussione

Pubblicato da Terry Edwards-Lee, Bruce L. Miller, D. Frank Benson, Jeffrey L. Cummings, Gerald L. Russell, Kyle Boone e Ismael Mena
Centro medico Harbor-UCLA, dipartimenti di Neurologia, Psichiatria e Radiologia;
Centro medico UCLA, dipartimento di Neurologia;
Scuola di Medicina UCLA, Los Angeles, California, US @A.
Corrispondenza a: Professor Bruce Miller, dipartimento di Neurologia, centro medico Harbor-UCLA,1000 W.Carson Street, Torrance, CA 90509, USA.
il 23 agosto 2017

I pazienti TLV descritti qui rappresentano un sottogruppo della demenza frontotemporale con disfunzione bilaterale selettiva delle aree temporale anteriore e basale frontale. Essi costituiscono il 20% dei casi di demenza frontotemporale che si sono presentati alla nostra associazione. La SPECT mostrò ipoperfusione asimmetrica nelle regioni temporali e basofrontali in tutti i soggetti TLV. Diversamente dai pazienti con demenza frontotemporale più classica, nei quali entrambi i lobi temporali e e frontali erano disfunzionanti, la perfusione nei pazienti TLV era relativamente risparmiata nei lobi frontali, eccetto per la regione basofrontale. Benché tutti i pazienti avessero ipoperfusione temporale bilaterale alla SPECT, 5 avevano più coinvolgimento dal lato sinistro, mentre in 5 era peggiore a destra. In un soggetto (paziente RTLV 4), mentre la SPECT suggeriva che il lobo temporale destro era più gravemente compromesso, la RMI mostrava problemi peggiori a sinistra. Perciò, questo soggetto era più difficile da classificare e potrebbe essere considerato un soggetto con disfunzione bilaterale. Questi pazienti offrono un modello potenziale per lo studio dei sintomi clinici nei pazienti con disfunzione asimmetrica del lobo anteriore temporale e inferiore frontale.

Sommario delle caratteristiche cliniche:

In questo studio sono riportati 7 donne e 3 uomini.

I risultati sono riportati come media + - DS (deviazione standard).

La media dell'età era di 66.1 + - 7.2 anni, quella della durata della malattia era di 6.4 + - 3.8 anni; questo fa pensare che l'inizio della malattia era intorno a un'età media di 59.7 anni.

I pazienti erano tutti di retaggio europeo.

A causa di una profonda alterazione nel comportamento, i pazienti RTLV richiedono più attenzione dai loro curatori rispetto ai pazienti LTLV.

La tavola 1 riassume i tratti demografici della popolazione TLV :

1. Sommario dei tratti demografici
soggetto sesso storia familiare anni durata malattia (anni) MMSE
RTLV 1 m no 59 3 22
RTLV 2 f no 56 10 24
RTLV 3 f no 67 2 23
RTLV 4 m no 68 12 14
RTLV 5 f no 66 11 16
LTLV 1 f no 56 10 1
LTLV 2 m no 81 6 7
LTLV 3 f 69 2 26
LTLV 4 f no 71 2 14
LTLV 5 f no 68 9 15
Precedente: Risultati clinici e cognitivi Successivo: Sommario delle caratteristiche neuropsicologiche