Abstract

Autore: Gail Robinson, James Blair e Lisa Cipolotti
Traduzione: Gioia Negri

In questa ricerca riportiamo il caso di una paziente (A.N.G.) che, a seguito di un meningioma maligno frontale sinistro che coinvolgeva l’area 45 di Brodmann, presentava un’afasia dinamica "pura". Il suo linguaggio spontaneo era marcatamente ridotto, senza alcun deterioramento sintattico. Le sue capacità di denominazione, ripetizione e lettura erano completamente normali. Vennero condotte due indagini sperimentali. La prima indagine trovò che A.N.G. aveva un profondo deficit nei compiti di produzione di proposizioni semplici e complesse, dato un contesto verbale. Tuttavia, le sue capacità di produzione verbale risultavano nella norma quando le veniva chiesto di descrivere scene illustrate e azioni complesse. Inoltre, si riscontrò che A.N.G. non aveva difficoltà nell’ordinare le parole costituenti di una frase. Pertanto si concluse che le sue abilità di pianificazione verbale erano intatte. La seconda indagine esaminò l’ipotesi secondo la quale l’afasia dinamica è dovuta ad una incapacità di selezionare un’opzione di risposta verbale ogni qual volta lo stimolo attivi più risposte verbali in competizione. Le predizioni basate su questa ipotesi vennero confermate in tre differenti compiti di produzione verbale. Si trovò che il grave deficit verbale generativo della nostra paziente era presente per compiti riguardanti stimoli che attivassero più risposte potenziali. Tuttavia, era assente per compiti riguardanti stimoli che ne attivavano poche, o attivavano una sola risposta "dominante". I risultati vengono discussi con riferimento alle interpretazioni tradizionali dell’afasia dinamica e interpretazioni più generali sul funzionamento della corteccia prefrontale. Sulla base di un modello computazionale del funzionamento della corteccia prefrontale, proponiamo che l’afasia dinamica pura può essere causata dal danno ad un modulo "contesto" che contiene le unità responsabili della selezione delle opzioni di risposta verbale. Inoltre, si asserisce che i nostri risultati supportano la prospettiva che l’area 45 di Brodmann sia coinvolta nella generazione di risposte verbali a stimoli che attivano molte opzioni di risposte potenziali.

Articolo successivo: Introduzione

Test on line

Misura la tua capacità logica, il tuo lessico, le tue capacità induttive con i test on line di hyperlabs.net.

» I test di intelligenza

Neuropsy su Facebook

» La pagina Facebook di Neuropsy

» Il gruppo Facebook Neuropsicologia e Psicoterapia.

» Twitter @neuropsy_it.