Risultati del testing

Pubblicato da Alfredo Ardila*, Monica Rosselli°, Lilia Arvizu, e Rodrigo O. Kuljis, M. D. Division of Behavioral Neurology and Laboratory of Brain Development, Modifiability and Neurodegenerative Disordes, Departementof Neurology, University of Miami School of Medicine, and Neurology Service and Geriatric Center, Veterans Affairs Medical Center; *Miami Institute of Psychology; and ° Psychology Department, Florida Atlantic University, Miami, Florida, U.S.A. il 23 agosto 2017

I risultati generali del testing neuropsicologico sono stati riassunti in Tabella 1.

E' stato osservata qualche difficoltà di attenzione. La paziente aveva ripetuto sei cifre in avanti, ma aveva fallito nel ripeterle a ritroso. Aveva commesso cinque errori nel recitare i mesi a ritroso ed aveva fallito in un semplice compito di addizione seriale. Il suo linguaggio era preservato relativamente bene. La parlata era articolata e con una prosodia appropriata. Il linguaggio nella conversazione era rilevante e grammaticale. Le capacità di vocabolario espressivo rientravano nella media, in accordo con il subtest di vocabolario della WAIS-R (SS=9). La comprensione linguistica dell'identificazione delle parti del corpo, dei comandi, di materiale ideazionale complesso e i subtest di risposta stabilita del BDAE erano lievemente imperfetti. La fluenza verbale fonologica era nei limiti della norma, ma la generazione di parole nelle categorie semantiche era deficitaria.

La paziente produceva cinque nomi di animali e sei nomi di frutta, con un ritmo di 1 min/categoria. La ripetizione di frasi era moderatamente intaccata (terzo percentile).Il suo QI verbale (91) era in un range medio-basso. Erano stati osservati lievi difetti nel calcolo mentale.

Il suo score nel subtest di aritmetica della WAIS-R era in una condizione "limite" (SS=5).

L'informazione generale nel subtest di informazione della WAIS-R era formalmente localizzata in un range medio-basso (SS=7).

La rievocazione immediata e differita del materiale logico discorsivo era severamente danneggiata.

Nel testing immediato rievocava un dettaglio su due brevi passaggi, con un totale di 50 dettagli, e non poteva rievocare nessun dettaglio dopo 30 minuti.

L'abilità ad apprendere nuovo materiale verbale era seriamente intaccata.

Dopo cinque prove la paziente apprendeva quattro dei sedici items, da una lista di parole. I suoi gravi problemi visivi precludevano l'assesment della memoria visiva.

E' stata rilevata anche una significativa amnesia.

L'abilità di giudizio o concettuali erano ben preservate.

Il giudizio sociale e la consapevolezza pratica nel subtest di comprensione della WAIS-R, era formalmente situato in un range medio- basso (SS=8).

Il ragionamento concettuale, definito dall'abilità a identificare attributi comuni tra diversi oggetti, era medio alto.

L'interpretazione di proverbi, era adeguata.

Era evidente un grave deficit nel riconoscimento visivo.

Tabella 1. Risultati dei test neuropsicologici
TEST RISULTATI
ATTENZIONE:  
Digit-symbol (WAIS-R) Impossibile
Elenco a ritroso dei mesi (WMS-R) 7/12
Addizioni seriali per tre (WMS-R) Impossibile
Digits (WAIS-R) 6*
Trial Making test Impossibile
LINGUAGGIO:  
Linguaggio spontaneo Normale
Comprensione:  
Identificazione delle parti del corpo (BDAE) 13/18
Comandi (BDAE) 3/5
Materiale ideazionale complesso (BDAE) 5/8
Responsive naming (BDAE) 10/10
Fluenza verbale:  
Fonologica (CFL) 26
Semantica (animali e frutta) 11
Ripetizione
Vocabolario (WAIS-R) 9*
Aritmetica (WAIS-R) 5*
QI Verbale 91
MEMORIA:  
Informazioni (WAIS-R) 7*
California Verbal Learning Test
Logical Memory (WMS-R)
Benton Visual Retention Test Impossibile
RAGIONAMENTO:  
Comprensione (WAIS-R) 8*
Similitudini (WAIS-R) 13°
Interpretazione di proverbi 11/12
*Punteggio Grezzo ° Percentile  

La paziente riconosceva sette dei dieci oggetti reali sistemati di fronte a lei (Tabella 2).

Nel BNT, riusciva a riconoscere solo due figure sulle diciotto che le venivano presentate.

Era stata osservata un'evidente tendenza alla frammentazione.

Riconosceva undici colori su dodici, sebbene definisse il giallo come "verde giallastro" e il rosso come "arancione rossastro".

Non riusciva a riconoscere nessuna delle figure sovrapposte tipo Poppelreuter.

Non riconosceva nessuno degli items nel test di riconoscimento dei volti.

Non riconosceva il volto di nessun presidente americano.

C'erano indicazioni di emineglect nella bisezione di una linea, sottotest del Behavioural Inattention Test (37).

Tabella 2. Tests di abilità visiva: numero di items erisposte corrette in ciascun test presentato
TEST RISULTATI
OGGETTI  
Reali 7/!0
Fotografati 2/18
FACCE  
Facial Recognition Test 0/27
Facce familiari 0/5
Presidenti Americani 0/10
COLORI  
Denominazione(identificazione del colore) 11/12
Confronto(questionario di colori) 7/8
IMMAGINI(descrizione verbale)  
Oggetti 5/5
Animali 5/5
Località 3/3
COPIA DI DISEGNO  
Bentos Visual Retention Test 0/10
Rey-Osterrieth Complex Figure 0/36
Casa 0/10
ANALISI/ SINTESI VISUOPERCETTIVA  
Test di figure sovrapposte 0/14
Test di discriminazione visiva della forma 0/32
Hooper Visual Organization Test 0/10
Completamento di figure(WAIS-R) 0 (2)
Disegno del Cubo (WAIS-R) 0 (3)
NEGLECT VISIVO  
Line Crossing Test Emineglect sx
Test di Bisezione di una linea Emineglect sx
Disegno dell'orologio 0

La lettura era severamente danneggiata (Tabella 3). Era praticamente impossibile per lei leggere alcuna parola (regolare o irregolare, immaginabile o inimmaginabile); anche la prova di riconoscimento di lettere era notevolmente migliore.

Era stata osservata una chiara tendenza a leggere lettera-per-lettera.

Tuttavia, quando le parole le venivano presentate a una distanza di circa due metri, riusciva a leggere il 50% delle parole,soprattutto se queste erano corte.

Alla paziente era stato chiesto di scrivere tutte le attività che aveva compiuto il giorno precedente.

In questo compito aveva dimostrato un apparente eminegligenza spaziale sinistra,poiché ometteva le parole iniziali (Fig. 2).


In aggiunta, sono state osservate anche, la ripetizione di lettera (la lettera "o" nella prima parola, che avrebbe dovuto essere la parola "for"), la ripetizione di tratti ("n" con un'asta in più), l'omissione di lettere e la tendenza a scrivere fonologicamente, con evidenti errori ortografici ("regularization"; "diner" per "dinner"). Sono state presentate alla paziente ventisette parole sotto dettatura, che includevano parole concrete e astratte, parole ad alta e bassa frequenza, e parole che corrispondevano a diverse classi grammaticali (Tabella 3).

Sono stati osservati i seguenti errori:

flower:omissione di un tratto nella lettera F

conscience = coconscience

liberty = libertey

religion = religean (con la lettera L scritta alrovescio)

disease = deceseed

belong =belonge

Tabella 3. Test di lettura e scrittura: numero di items e risposte corrette per ogni test presentato.
TEST RISULTATI
LETTURA:  
Lunghezza  
Lettere:  
Consonanti 7/10
Vocali 5/10
Parole:  
Immaginabili 0/4
Inimmaginabili 0/6
Frasi 0/3
Regolarità  
Parole regolari 0/5
Parole irregolari 0/5
Categoria Grammaticale  
Nomi 0/5
Verbi 0/3
Connettori 0/2
SCRITTURA:  
Sotto Dettatura  
Parole Regolari  
Immaginabili 9/10
Inimmaginabili 7/10
Funzionali 4/6
Frasi Irregolari  
Immaginabili 4/6
Inimmaginabili 4/6
Copia  
Parole 0/5
Frasi 0/2
Numeri 0/6
Spontanea  
Frasi 0/1
Scrittura Narrativa ---

Gli errori ortografici erano evidenti con una chiara tendenza alla regolarizzazione. In modo interessante, nella parola "LAST", la lettera A è scritta sovrapposta alla lettera S.

E' stata osservata una calligrafia diversa nella scrittura spontanea da quella sotto dettatura.

Nella scrittura spontanea utilizzava il corsivo (la sua calligrafia premorbosa), mentre nella scrittura su dettato, la paziente usava solo lettere in stampatello.

Precedente: Esame neurologico e neurooftalmologico Successivo: Discussione