Esperimento 2: Lettura della parola intera

Pubblicato da Mario F. Mendez, M.D., Ph. D., and Monique M. Cherrier, Ph. D. Department of Neurology and Psychiatry & Biobehavioral Sciences, University of California at Los Angeles and The West Los Angeles Veterans Affaire Medical Center, Los Angeles, California in Neuropsychiatry, Neuropsycology, and Behavioral Neuorology Vol. 11. No. 2, pp76-82 1998 Lippincott-Raven Publishers, Philadelphia il 02 gennaio 2020 - traduzione: Annalisa Tessari

Durante il secondo periodo, i pazienti ed il gruppo di controllo furono testati per vedere dove la lettura dell'intera parola era relativamente indipendente dalla lettura della singola lettera, come succede nelle persone normali.

Metodi

I pazienti ed il gruppo di controllo furono testati in una simile maniera come nell'esperimento 1. I 96 stimoli consistevano di 24 parole inglesi comuni, 24 parole stampate con una lettera su quattro in corsivo (scritta a mano) all'inizio o alla fine della parola, 24 parole con una lettera tratteggiata e 24 parole con una lettera mancante con uno spazio sottolineato nello stesso spazio. Le parole erano amministrate in modo casuale, e due stimoli da ogni categoria erano usati come prove d'esercizio. Le istruzioni erano di leggere le intere parole una volta il più veloce possibile e di ignorare le lettere individuali. In aggiunta alle quote d'errore, i tempi da leggere le parole erano registrati da un cronometro. Il cronometro si fermava quando la parola era letta o il paziente indicava che lui non sapeva continuare.

Risultati: I pazienti, ma non il gruppo di controllo, avevano differenze significative in entrambi i tempi di risposta e nelle quote d'errore attraverso le 4 condizioni (vedi tabella 3).

TABELLA 3. Esperimento 2: tempi di risposta medi (secondi) e numero di errori per la lettura di lettera
  Paziente n. 1   Paziente n. 2   G. di Controllo n=5    
  Tempi di Risposta Medi (D.S.) Errori Tempi di Risposta Medi (D.S.) Errori Tempi di Risposta Medi (D.S.) Errori
Parole * 5.99 (2.12) 1 6.13 (1.43) 0 0.98 (0.42) 0
Parole con lettera in corsivo A 12.52 (7.14) 5 16.04 (8.83) 7 1.10 (0.35) 0
Parole con lettera tratteggiata 26.01 (14.13) 12 24.05 (13.89) 15 1.11 (0.34) 0
Parole con una lettera mancante 30.91 (12.42) 18 30.51 (7.15) 20 1.22 (0.43) 0

*= I pazienti hanno Significative differenze nelle condizioni di lettera tratteggiata e mancante nei tempi di risposta e nel numero degli errori.

A= I pazienti hanno Significative differenze nei tempi di risposta nelle condizioni di lettera tratteggiata e mancante e nel numero di errori nella condizione di lettera mancante.

Conclusioni

Confrontati con il gruppo di controllo, i pazienti hanno dimostrato una maggiore difficoltà di lettura delle parole intere se queste contenevano una lettera tratteggiata o mancante. I pazienti non sapevano rapidamente "inserire" le lettere mancanti o distorte nella lettura della parola intera.

Nell'esperimento 1 e 2, entrambi i pazienti erano marcatamente più lenti su tutte le misure dei tempi di reazione e commettevano più errori dei cinque soggetti normali di controllo. Per i pazienti, le difficoltà addizionali nel riconoscimento della parola, nell'analisi visiva e nella sintesi visiva, probabilmente indebolivano la totale performance su questi esperimenti (vedi tabella 1). Date queste larghe differenze fra il gruppo gli esperimenti 1 e 2 si sono focalizzati sulle differenze entro i gruppi attraverso le prove.

Questionario on line

Neuropsy.it sta conducendo un breve questionario sull'uso dei social network.

Il questionario è anonimo, e dura meno di 5 minuti. Puoi iniziare subito, rispondendo alla seguente domanda.

Categorie

categoria (5) |

Tag

tag (5) |