Trattamento

Autore: Alessandra Maggia e Roberto Musiari

Gli interventi efficaci nel trattamento della depressione sono suddivisibili in due tipi: quello farmacologico e quello psicoterapeutico:

Farmacologico

Poiché la depressione maggiore è legata ad una ipoattività serotoninergica ,i farmaci antidepressivi funzionano alimentando il funzionamento delle sinapsi serotoninergiche.

Si tratta comunque di una terapia di tipo sintomatico in quanto modifica la carenza serotoninergica ma non modifica il processo che ha determinato questa carenza. I farmaci utilizzati sono

1) Antidepressivi triciclici

sono stati i farmaci antidepressivi più utilizzati; le amine terziarie hanno gravi effetti collaterali (stipsi,tossicità cardiaca, ansia, ipotensione ortostatica); le amine secondarie hanno effetti collaterali più lievi. Questi farmaci inibiscono il riassorbimento noradrenalina,serotonina o dopamina.

2) IMAO

tali farmaci inibiscono l'enzima monoamminossidasi che catabolizza la serotonina, la noradrenalina e la dopamina; i rischi nell'uso di questi farmaci risiedono nella loro cattiva interazione con i triciclici e con i cibi contenenti l'aminoacido tirosina.

3) Inibitori selettivi del reuptake della serotonina

bloccano il riassorbimento della serotonina. Questi farmaci possono vantare il minor numero di effetti collaterali.

4) Terapia a base di litio

la più indicata nelle psicosi maniaco-depressive.

Psicoterapeutico

si è visto che i pazienti rispondono positivamente alle terapie cognitive/comportamentali/psicodinamiche di gruppo o individuali purché brevi. L'ampia letteratura a suo sostegno e la preferenza manifestata dai pazienti, fanno oggi optare più favorevolmente per la psicoterapia cognitiva della depressione che lavora sul nucleo della malattia, ovvero l'ideazione depressiva (teoria interpretativa della realtà molto stereotipata da parte del paziente).

La psicoterapia cognitiva consiste nel:

-Far rendere conto al soggetto di questa stereotipia interpretativa attraverso l'uso di diari personali. Il paziente per ogni episodio depressivo significativo deve descrivere l'antecedente e il suo conseguente comportamento.

-Ristrutturazione cognitiva : modifica delle convinzioni stereotipate del paziente.

Terapia elettroconvulsivante

benché i meccanismi che la rendono efficace siano ancora sconosciuti, l' induzione di convulsioni di 25-30 sec.attraverso elettrodi, si è dimostrata efficace contro la depressione. Tuttavia essa è sconsigliabile nel caso siano presenti lesioni al SNC associate a pressione endocranica, con problemi cardiovascolari e in concomitanza all'uso di farmaci ipertensivi e antidepressivi.

Articolo precedente: La depressione negli anziani

Test on line

Misura la tua capacità logica, il tuo lessico, le tue capacità induttive con i test on line di hyperlabs.net.

» I test di intelligenza

Neuropsy su Facebook

» La pagina Facebook di Neuropsy

» Il gruppo Facebook Neuropsicologia e Psicoterapia.

» Twitter @neuropsy_it.