Patologie simili al Parkinson

Vi sono molteplici patologie che mostrano una sintomatologia in parte sovrapponibile a quella del Parkinson. Le differenze principali sono costituite da un decorso differente, generalmente più veloce, dall'inefficacia della somministrazione di levadopa. Generalmente il tremore a riposo è assente. Un'altra differenza è costituita, in alcune di queste patologie, da un aumento della concentrazione di ferro nello striato, rilevata dalla risonanza magnetica.

Paralisi sopranucleare progressiva (PSP)

L'età di insorgenza media della PSP è simile a quella del Parkinson, con un'occorrenza pari all'1% del Parkinson. PSP ha un decorso ingravescente più rapido; i primi sintomi sono movimenti oculari anormali, disartria verbale, perdita dell'equilibrio. Il tremore è generalmente assente.

Atrofia multisistemica

Alcune patologie, come la sindrome Shy-Drager, la degenerazione striato-nigrale e l'atrofia olivopontocerebrale vengono definite atrofie multisistemiche in quanto coinvolgono contemporaneamente diverse aree cerebrali.

Sindrome di Shy-Drager

Il sintomo principale della sindrome di Shy-Drager è data dalla presenza di vertigini quando il paziente sta in piedi. Tale sindrome è poco comune, l'età media di insorgenza è simile a quella del Parkinson, il decorso è più rapido.

Degenerazione striatonigrale

Spesso la degenerazione striatonigrale è diagnosticata come Parkinson. Tale sindrome è caratterizzata da rigidità, bradicinesia e perdita dell'equilibrio; generalmente non si riscontra tremore, e l'effetto della levadopa è minimo.

Atrofia Olivopontocerebellare (OPCA)

Con atrofia Olivopontocerebellare si identificano un numero di disordini la cui causa comune è una perdita di neuroni nel tronco encefalico e nel cervelletto. Esistono due forme di atrofia Olivopontocerebellare: la forma ereditaria insorge a circa un anno dalla nascita, mentre la forma non ereditaria insorge ad un'età media di 70 anni. Il decorso è molto lento nella forma ereditaria, più rapido nella forma non ereditaria.

Tremore essenziale

il tremore essenziale insorge tipicamente, ma non esclusivamente, nella vecchiaia. La progressione è lenta ed è generalmente facilmente distinguibile dal Parkinson. Il tremore essenziale può coinvolgere il capo e le mani, ma generalmente risparmia le gambe. Generalmente coinvolge entrambi i lati del corpo e, al contrario del Parkinson, viene meno a riposo. Il tremore essenziale può aumentare durante specifiche attività, quali la scrittura, bevendo, mangiando. Il tremore essenziale è ereditario nel 30-50% dei pazienti. La relazione fra il tremore essenziale ed il Parkinson non è chiara, in quanto può succedere che ad un paziente affetto da Parkinson venga inizialmente diagnosticato il tremore essenziale, mentre dopo alcuni anni insorgono altri sintomi tipici del Parkinson.

Distonia

La distonia è un disturbo neurologico caratterizzato da una sostenuta contrazione della muscolatura e spasmi, che portano a movimenti e posture anormali. La distonia può essere un disturbo a sé stante (si parla in questo caso di distonia ideopatica), generale, segmentale o focale (a seconda dell'estensione del disturbo). La distonia può anche insorgere come sintomo di altre patologie quali appunto il Parkinson.

La distonia focale interessa una parte circoscritta del corpo, ed include blefarospasmi (spasmi delle palpebre), crampi nelle mani o nei piedi. I crampi ai piedi possono costituire, nella popolazione più giovane, il primo sintomo di Parkinson, oppure durante il trattamento con levodopa. L'intensità della distonia può essere influenzata da attività quali camminare, correre o parlare.

Disordini motori farmaco-indotti

Vi sono sostanze farmacologiche e sostanze stupefacenti che possono causare disordini motori. Fra questi si annoverano sostanze che hanno un effetto sul sistema dopaminico, fra cui stimolanti quali anfetamine, methylphenidate(Ritalin) e cocaina. Farmaci simili alla levadopa, quali bromocriptina, pergolide, bloccanti della dopamina, o neurolettici, quali phenothiazine: thorazine, stellazine e compazine. Infine i butyrophenone: haldol e i farmaci antinausea metoclopramide (Reglan).

Farmaci stimolanti e levadopa possono causare dischinesia, la cui gravità è generalmente correlata alla gravità del Parkinson e dalla durata del trattamento con levadopa. Tale effetto collaterale è meno frequente con gli agonisti della dopamina.

Il tremore può essere causato o aggravato da farmaci quali gli steroidi, antiasmatici, caffeina, litio, nicotina, ormoni tiroidei, alcuni farmaci antidepressivi, anticonvulsionali, acido valproic (Depakoate). L'alcol può in alcuni casi aumentare ed in altri diminuire il tremore.

Articolo precedente: Cause

Test on line

Misura la tua capacità logica, il tuo lessico, le tue capacità induttive con i test on line di hyperlabs.net.

» I test di intelligenza

Neuropsy su Facebook

» La pagina Facebook di Neuropsy

» Il gruppo Facebook Neuropsicologia e Psicoterapia.

» Twitter @neuropsy_it.